Sollevata la questione di legittimità costituzionale dell'art. 159 TUEL, nella parte in cui non differenzia il regime di opponibilità fra i creditori "qualificati" e quelli "ordinari"

Giurisprudenza di Merito
ESPROPRIAZIONE PRESSO TERZI - CREDITI IMPIGNORABILI;
Tribunale, Napoli Nord, 24 aprile 2019 - est. Auletta

È rilevante e non manifestamente infondata, e quindi va rimessa alla Corte Costituzionale, la questione di legittimità costituzionale dell’art. 159, d.lgs. n. 267 del 2000 (Testo Unico degli Enti Locali) nella parte in cui non prevede che, per i creditori “protetti” dalla delibera di impignorabilità ivi disciplinata, il vincolo posto da tale delibera sia agli stessi inopponibile.

 

Scarica il provvedimento