Convertito in legge il D.L. “Liquidità”: la garanzia SACE estesa alle cessioni di crediti da imprese a banche

La legge 5 giugno 2020, n. 40, di conversione del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23 (c.d. “Decreto liquidità”), introducendo il comma 1-bis dell’art. 1, ha esteso la garanzia prestata dallo Stato tramite la SACE s.p.a. anche alle cessioni di crediti con garanzia di solvenza prestata dal cedente effettuate, anche ai sensi della legge 21 febbraio 1991, n. 52, dalle imprese con sede in Italia, colpite dall'epidemia COVID-19, a banche e intermediari finanziari.
Sono escluse dalla garanzia le cessioni perfezionatesi prima dell’entrata in vigore della legge di conversione, quelle in cui il cedente sia – a sua volta – una banca e altro soggetto autorizzato all' esercizio del credito, e quelle effettuate da società che controllano o siano controllate – direttamente o indirettamente – da una società residente in un Paese o in un territorio non cooperativo a fini fiscali.
I commi 2 e ss. stabiliscono le condizioni alle quali la garanzia viene rilasciata.