IN EVIDENZA

NEWS

 
La legittimazione del custode giudiziario a sporgere querela per la sottrazione di accessori e pertinenze o per il danneggiamento dell’immobile pignorato (art. 388, comma 3, c.p.). Nota a Tribunale di Reggio Emilia, sez. penale, 13-22/11/2017
Funzione della relazione di stima e profili di responsabilità civile e penale dell’esperto
Le gare telematiche entrano nel vivo: il Ministero della giustizia ha accertata la piena funzionalità del portale delle vendite pubbliche (PVP)
L'esperienza della Direzione Pianificazione e Controllo di Intesa Sanpaolo in un intervento al Convegno "Le direttive BCE in tema di NPL" (Monza, 24 e 25 novembre 2017)
Il mercato dei crediti e la prospettiva di crescita dell'economia nazionale. Intervento al convegno "Le direttive BCE in tema di NPL" (Monza 24-25 novembre 2017)
Natura giuridica del custode e profili di responsabilità civile e penale
La Cassazione ribadisce che è legittima tanto l’ipoteca iscritta su beni costituiti in fondo patrimoniale che la successiva esecuzione, in relazione a debiti per imposte o tributi personali di uno dei coniugi, anche se relative a redditi prodotti dall’impresa da lui gestita o dalla società cui appartiene
I rimedi avverso i provvedimenti del giudice che definiscono le opposizioni esecutive senza dar corso al processo e la necessità della previa iscrizione a ruolo, ma non anche quando questa non è prevista, come nel caso dell’ordine di pagamento diretto al terzo, alternativo all’ ordinario pignoramento presso terzi.
Nella vendita forzata immobiliare, il termine per il versamento del prezzo è perentorio; sicché il giudice non può concedere una proroga o ammettere l’aggiudicatario alla rateizzazione, se non espressamente previsto nell’ ordinanza di vendita o richiesto dall’ offerente in sede di formulazione dell’offerta ex art. 571 c.p.c.
Brevi considerazioni, sistematiche ed applicative, sulla disciplina propria del provvedimento che chiude la fase della liquidazione forzata immobiliare
La disciplina dell'offerta e dell'istanza di assegnazione nell'espropriazione immobiliare con particolare riferimento alle loro interazioni
L'esame della "coabitazione" peculiare e del raccordo formale fra l'esecuzione forzata intrapresa dal titolare del credito fondiario e il fallimento che coinvolge la massa dei creditori. Un approccio che muovendo dalle poche certezze, si accosta ai molti punti oscuri, alla ricerca di una chiave operativa per i problemi più ricorrenti.
Un'analisi del complesso coordinamento fra l'esecuzione forzata individuale e le procedure concorsuali. Le sovrapposizioni e i profili di ambiguità. Il ruolo e le scelte del curatore, gli istituti applicabili, le opportunità dei creditori.
Brevi note sulle questioni applicative sorte a seguito delle riforme di cui al d.l. n. 83 del 2015 ed al d.l. n. 59 del 2016
Profili critici e tematiche operative del nuovo testo degli artt. 490, 631 – bis c.p.c., e 161 quater disp. att. c.p.c.
Analisi della previsione dell’art.618 c.p.c. e dei poteri del giudice dell’esecuzione nei giudizi di opposizione ex art.617 c.p.c. introdotti successivamente all’ inizio dell’esecuzione
L'esecuzione in forma specifica ha luogo nei confronti di chi si trova, con il bene che ne è oggetto, nelle condizioni che gli consentano di adempiere al comando contenuto nel titolo.
Contrasta con la Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo l'introduzione di normative, come quelle sul dissesto di Enti Locali, che impediscano l'esecuzione ordinaria per crediti, solo se siano già stati accertati con provvedimento definitivo e la procedura amministrativa duri già da tempo.
Le linee di tendenza dell’ultimo anno della Corte di cassazione nella materia delle esecuzioni civili ed esattoriali
Chiariti dalle Sezioni Unite i rapporti tra l’autorità inquirente e quella giudicante civile circa l’obbligatorietà della sospensione delle procedure esecutive a seguito del provvedimento del Pubblico Ministero
La Cassazione affronta il problema del conflitto tra creditore pignorante e acquirente della partecipazione a s.r.l. e lo risolve in base all’ anteriorità del pignoramento rispetto all’ iscrizione nel registro delle imprese dell’alienazione