L’atto introduttivo del giudizio di divisione endoesecutiva può essere notificato al procuratore dei litisonsorti costituito nel processo esecutivo

Giurisprudenza di Legittimità
ESPROPRIAZIONE DI BENI INDIVISI;
Cassazione civile, Sez. III, 20 agosto 2018, n. 20817 - pres. ed est. De Stefano

Poiché normale epilogo del processo di espropriazione di beni indivisi è il giudizio di divisione endoesecutiva, la notificazione dell’ordinanza che dispone quest’ultimo o di altro atto ad essa equipollente – ivi incluso l’atto di citazione in giudizio, se dello stesso è stata onerata dal g.e. la parte interessata – è legittimamente eseguita al procuratore di uno dei litisconsorti del giudizio che si sia già costituito nel processo esecutivo, in quanto il relativo mandato, purché non lo abbia in concreto escluso in modo espresso ed univoco, deve reputarsi validamente conferito anche ai fini dell’espletamento della difesa del conferente nel corso di quel normale sviluppo.

Visualizza il provvedimento