L'interesse ad ottenere l'accertamento negativo del credito iscritto a ruolo sussiste se l'Agente della riscossione, nel costituirsi, svolga difese nel merito

Giurisprudenza di Merito
RISCOSSIONE COATTIVA - RUOLO;
Tribunale, Napoli, 22 marzo 2019 - est. Di Lonardo

In materia di opposizione “a ruolo” l’opponente, il cui nominativo resta inserito nei ruoli esattoriali, ha interesse, tramite l’accertamento negativo del credito, ad impedire che la procedura di riscossione possa ulteriormente proseguire. Peraltro, dato che le condizioni dell’azione devono sussistere al momento della pronuncia (e non della domanda), con il che volendo intendere che ben sarà possibile la loro sopravvenienza in corso di giudizio, laddove l’Agente della Riscossione si costituisca contestando proprio il merito dell’intervenuta prescrizione, l’interesse ad agire in ipotesi mancante, si consolida in capo alla parte, non potendosi ignorare la sussistenza di un concreto interesse (di entrambe le parti) ad una pronuncia che faccia chiarezza sull’oggetto della lite.

Scarica il provvedimento