Espropriazione mobiliare presso terzi nei confronti di pubblica amministrazione statale – Disciplina di contabilità pubblica – Attribuzione delle funzioni di Tesoreria di Stato alla Banca d’Italia – Conseguenze – Necessità di pignoramento ex art. 543 e seguenti c.p.c. esclusivamente presso il tesoriere

Giurisprudenza di Merito
Tribunale, Napoli, 6 febbraio 2020 - est. Colandrea

In tema di espropriazione mobiliare presso terzi nei confronti di pubblica amministrazione statale, la disciplina di contabilità pubblica e, in particolare, l’attribuzione per legge delle funzioni di Tesoreria di Stato alla Banca d’Italia comporta che il pignoramento di somme di denaro nelle forme di cui agli artt. 543 e seguenti c.p.c. possa aver luogo esclusivamente presso il soggetto tesoriere (e, quindi, con evocazione quale terzo della Banca d’Italia), atteso che solo tale soggetto ha la gestione delle somme di danaro in titolarità dell’amministrazioni dello Stato, sia perché anche quelle acquisite a mezzo di intermediari sono destinate a confluire nelle contabilità gestite dalla tesoreria, sia perché è il tesoriere il soggetto deputato alla gestione dei flussi finanziari di entrata ed all’esecuzione dei mandati di pagamento.

Scarica il provvedimento