Definizione agevolata e conversione del pignoramento

L’adesione del debitore alla definizione agevolata dei carichi sospesi prevista dall’art. 3 del d.l. 119/2018  preclude la prosecuzione delle azioni esecutive avviate dall’Agente, ma non influisce, paralizzandolo, sul diritto di partecipare alla distribuzione del ricavato derivante dall’atto di intervento spiegato dal medesimo Agente in procedure avviate da altri, cosicché Il credito portato dall’atto di intervento promosso da ADER  nella procedura espropriativa avviata da altro creditore va computato ai fini della presentazione della istanza di conversione, per quantificare la cauzione dovuta a pena di inammissibilità, nonché la somma da sostituire al pignorato.

Il pagamento della prima rata, in ogni caso, determina un fenomeno di sospensione “esterna” del processo esecutivo, laddove ADER debba dare impulso alla procedura, per il venir meno del creditore pignorante.

 

Riferimenti Normativi

Top