Interferenze tra sovraindebitamento ed esecuzione pendente: i poteri del G.E

Giurisprudenza di Merito
ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE; GIUDICE DELL'ESECUZIONE; SOSPENSIONE DELL'ESECUZIONE;
Tribunale, Torre Annunziata, 30 settembre 2020 - est. Musi

La sospensione della procedura esecutiva pendente, disposta ai sensi dell’art. 10, comma, legge n. 3 del 2012, va ricondotta al genus delle sospensioni necessarie o previste dalla legge, sicché, una volta fissata l’udienza prevista dalla citata norma con decreto (divenuto definitivo) del giudice delegato, il giudice dell’esecuzione deve dichiarare, ex art. 623 c.p.c., la temporanea improseguibilità del processo, senza che gli spetti alcuna valutazione discrezionale, dovendo anzi limitarsi ad una mera presa d’atto dell’evento esterno incidente sull’esecuzione.

Scarica il provvedimento