L’accertamento della continuità delle trascrizioni è rilevante fino alla pronuncia del decreto di trasferimento

Dopo l’emissione del decreto di trasferimento, il G.E. perde il potere di rilevare l’improcedibilità dell’espropriazione forzata per mancanza della continuità delle trascrizioni, siccome l’appartenenza del diritto pignorato all’esecutato sulla base di una serie continua di trascrizioni a favore e contro fino a risalire al primo acquisto ante ventennio è condizione dell’azione esecutiva rilevante sino al momento dell’aggiudicazione; dopo di che la sua assenza resta rilevante se ed in quanto l’aggiudicatario sia evitto.

 

Top