Il creditore ipotecario deve insinuarsi al passivo del fallimento del terzo proprietario

Giurisprudenza di Legittimità
ESPROPRIAZIONE CONTRO IL TERZO PROPRIETARIO; CAUSE DI PRELAZIONE - ipoteca; CAUSE DI PRELAZIONE - ipoteca - terzo acquirente; FALLIMENTO E ALTRE PROCEDURE CONCORSUALI;
Cassazione civile, Cass, civile, sez.I, 30 gennaio 2019, n. 2657 - Pres. Genovese, est. De Chiara

I titolari di diritti d'ipoteca sui beni immobili compresi nel fallimento e già costituiti in garanzia per crediti vantati verso debitori diversi dal fallito, dopo la riforma introdotta dal d.lgs. n. 5 del 2006 devono avvalersi, ai sensi del novellato art. 52, comma 2, l.fall., del procedimento di verificazione dello stato passivo di cui al capo V della l.fall., prescrivendo oggi il nuovo art. 92 l.fall. che l'avviso circa la facoltà di partecipare al concorso sia comunicato non soltanto ai creditori, ma anche "ai titolari di diritti reali o personali su beni mobili o immobili di proprietà o in possesso del fallito".

Scarica il provvedimento