La Cassazione precisa i presupposti ai quali consegue, in caso di omissione della pubblicità della vendita sul P.V.P., l’estinzione del processo esecutivo


Giurisprudenza di Legittimità
ESTINZIONE DEL PROCEDIMENTO; ESTINZIONE DEL PROCEDIMENTO - CHIUSURA ANTICIPATA;
Cassazione civile, Sez. III, 14 marzo 2022, n. 8113 - pres. Vivaldi, est. Fanticini

L’art. 631-bis c.p.c. prevede un’ipotesi tipizzata di estinzione del processo esecutivo per il caso in cui sia omessa la pubblicità della vendita sul portale delle vendite pubbliche di cui all’art. 490, comma 1, c.p.c.

Per l’integrazione della fattispecie estintiva, però, non è sufficiente che la pubblicità sul P.V.P. non sia effettuata entro il termine stabilito dal giudice o dal professionista delegato (o, comunque, almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte, ricavabile dall’art. 490, comma 3, c.p.c.), ma anche che tale omissione sia dovuta all’inerzia o all’inadempimento del creditore.

 

Scarica il provvedimento