In sede di accertamento endo-esecutivo dell'obbligo del terzo, con riferimento alla contestazione della dichiarazione del terzo da cui risulti la sussistenza di un vincolo ex art. 159 TUEL vengono in rilievo questioni che non si esauriscono nella mera qualificazione del credito espropriato come impignorabile

Giurisprudenza di Merito
ESPROPRIAZIONE PRESSO TERZI - ACCERTAMENTO DELL'OBBLIGO DEL TERZO;
Tribunale, Napoli Nord, 5 febbraio 2020 - est. Auletta

In sede di accertamento ex art. 549 c.p.c. circa la esistenza, consistenza ed opponibilità di un vincolo di indisponibilità ex art. 159 TUEL, possono venire in rilievo questioni più articolate della mera impignorabilità del credito, quali:
a) l’accertamento della esistenza (e semmai) dell’entità di somme che, al netto di quelle indisponibili, possano essere assegnate al creditore (onde si discute dell’entità dell’importo da assegnare e, pertanto, dell’identificazione dell’oggetto dell’azione esecutiva);
b) l’accertamento della esistenza di particolari modalità del rapporto di tesoreria che potrebbero incidere sulla concretizzazione dell’importo da
assegnare (come quando vi sia stata un’anticipazione di cassa);
c) l’accertamento della esistenza di fatti impeditivi all’efficacia della delibera di impignorabilità.

Scarica il provvedimento